Analizziamo i servizi critici all’avvio del sistema con Bootchart

Per velocizzare il caricamento del sistema operativo è necessario bloccare l’esecuzione di applicazioni e servizi inutili. Ma come facciamo ad individuare i servizi critici nella fase di avvio?

In un precedente post abbiamo visto come velocizzare i tempi i caricamento del nostro sistema operativo intervenendo sulla riduzione dei tempi di ritardo del Bootloader.

Un’altra tecnica per velocizzare il nostro sistema in fase di avvio è quello di bloccare l’esecuzione di applicazioni e servizi che assorbono risorse inutili.

Esiste una bellissima applicazione Bootchart che ci consente di avere un quadro preciso di cosa accade nel momento in cui si avvia la nostra distribuzione. In sostanza l’applicazione permette di creare un profilo per il boot del sistema misurando i tempi di caricamento dei vari servizi. L’obiettivo è individuare le criticità ed eventuali colli di bottiglia nel processo di avvio.
Quando parte il sistema, Bootchart registra tutte le attività creando un report tramite un file immagine.

Per installarlo possiamo utilizzare il gestore dei pacchetti. Dopo l’installazione, riavviamo il computer e apriamo la cartella:

/var/log/bootchart

Qui troveremo un file immagine con estensione .png che contiene un’analisi completa dell’ultimo processo di avvio.

Tra le informazioni presenti nel report:

  • la data del test
  • nome della distro e versione del kernel
  • il tempo necessario per avviare il sistema
  • diagramma con il carico della CPU e l’attività del disco
  • diagrammi con i tempi di caricamento di ciascun processo (padre-figlio)
  • processi che prendono il controllo di tutte le risorse mettendo altri servizi in attesa e rallentando il processo di avvio

Come disabilitare servizi avvio Ubuntu

Da questo diagramma è possibile individuare tutti i processi attivi e rimuovere quelli non necessari.

La voglia di tagliare sarà sicuramente tanta! Ma attenzione a non creare malfunzionamenti dopo l’avvio disabilitando servizi indispensabili.

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *